Formatori

Loretta Sapora

foto psiconline 1

Mi sono laureata in Psicologia Clinica all'Università "La Sapienza" di Roma; la mia tesi confrontava lo stile di gestione dell'oralità (definito attraverso la sensibilità ai sapori, l'intensità del piacere ed il concreto comportamento alimentare del soggetto filmato mentre consumava un panino) con la percezione e l'investimento libidico del corpo ed i livelli di ansia e piacere nelle diverse fasi del rapporto sessuale.

Dal 1988 al 1992 sono stata Cultore della Materia in Psicologia Fisiologica e Psicofisiologia Clinica all'Università La Sapienza; in quel periodo, sotto la guida del Prof. Ruggieri, ho continuato a fare ricerche su diversi aspetti del comportamento oro-alimentare; in particolare ho costruito l'"esperienza orale guidata", una tecnica psicofisiologica che, nata per lo studio degli aspetti qualitativi e simbolici del rapporto con il cibo, è stata poi uno degli strumenti alla base del trattamento psicofisiologico integrato dell'obesità che ho progettato e sperimentato presso l'Unità Dietetica ed Antidiabetica della ASL di Terni. Il metodo ed i risultati della prima sperimentazione sono descritti nel libro "La psiche obesa - come si riconosce, come si cura" (Ed. Melusina, Roma 1998).

Mi sono specializzata nel trattamento delle malattie psicosomatiche presso l’Istituto Riza di Roma; in questa area mi sono dedicata in particolare alla ricerca su anoressia, bulimia, disturbo di panico, dermopatie.

Mi sono specializzata in "Psicodiagnostica e Tecniche dell'Intervento Clinico" presso il Ce.FO.R.P. (Centro Formazione e Ricerche in psicodiagnostica e Psicologia Clinica) di Roma.
Ho costruito e messo a punto, attraverso diversi anni di ricerca clinica, il test semiproiettivo I.Co.S. per la valutazione del rapporto mondo interno/mondo esterno; il test è il primo strumento psicodiagnostico specificamente costruito per studiare, in modo agevole ed efficace, le caratteristiche del confine della struttura psichica, dalle quali dipende in modo fondamentale il funzionamento dell'intero sistema psichico; le 7 diverse tipologie di Confine individuate dallo strumento corrispondono ad altrettanti stili relazionali di base: isolamento, dipendenza, equilibrio/rispetto, suscettibilità/diffidenza, mobilità/mutevolezza, fragilità/esposizione, aggressività.
Il Manuale d'uso del test, "Il Confine del Sé/Il test ICoS", è pubblicato da Edizioni Psiconline (Francavilla al mare 2012).

Dal 2014 sono Cultore della Materia in Medicina Preventiva, Riabilitativa e Sociale all'Università Roma Tre.

Mi occupo di psicoterapia, ricerca clinica, formazione e perizie in ambito penale e civile.
Opero a Roma (Studio Anthos Medical Services), Palombara Sabina (Polispecialistico Cossinia Medica) e Terni (Studio Sapora).

Votazione Globale (0)

0 su 5 stelle

Posta commento come visitatore

Allegati

Location

Share:
Rate this article :
0

Persone in questa conversazione