Uno sguardo Esperto

I Test psicodiagnostici: "SCID - 5" Intervista Clinica Strutturata per i Disturbi del DSM - V

SCID - 5Risale al 1983 la prima versione di questo strumento psicodiagnostico, in quell'anno la procedura di valutazione seguiva i criteri del DSM -III. Da allora la SCID, l'Intervista Clinica Strutturata per i Disturbi del DSM, si è evoluta, fino alla sua quinta versione, quella che conosciamo oggi, la SCID - 5.

Si tratta di un'intervista semi-strutturata utile per la diagnosi in base ai criteri diagnostici del DSM- V. Esistono quattro versioni di questo strumento, di queste solo le prime due sono disponibili nella versione italiana:

  1. la CV, la Clinical Version o versione per il clinico;
  2. la PD, la Personality Disorders;
  3. la CT, la Clinical Trial o versione per gli studi clinici;
  4. e infine la RV, la Research Version o versione per la ricerca

La SCID-5 inizia con una serie di domande aperte che hanno lo scopo di raccogliere un gran numero di informazioni in modo da ipotizzare una diagnosi provvisoria più corretta possibile. 

Il clinico attribuisce un punteggio ad ogni domanda e lo fa secondo una scala che vada "si", qualora ritenga che un criterio diagnostico sia presente, a "no" qualora il criterio specifico sia invece assente. Tra queste due opzioni ci sono anche "-" e "+" da usare nel caso in cui il criterio indagato nella domanda sia "sottosoglia" o in "soglia" immaginando un continuum.

L'ipotesi diagnostica così ottenuta è, come abbiamo detto, solo provvisoria, da confermare. A questa prima parte segue infatti  la valutazione di 10 moduli diagnostici specifici con i  quali si possono valuare i seguenti disturbi:

  1. Episodi dell'Umore e Disturbo Depressivo Persistente
  2. Sintomi Psicotici e Associati
  3. Diagnosi Differenziale per i Disturbi Psicotici
  4. Diagnosi Differenziale per i Disturbi dell'Umore
  5. Disturbi da Uso di Sostanze
  6. Disturdi d'Ansia
  7. Disturbo Ossessivo-Compulsivo e Disturbo da Stress Post Traumatico
  8. Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattivita'
  9. Scrrening per gli Altri Disturbi Attuali
  10. Disturbo dell'Aadattamento

I tempi di somministrazione variano dai 45 ai 90 minuti e solitamente avviene in un'unica sessione.

La SCID-5 può essere utilizzata per la valutazione psicodiagnostica in diversi ambiti: clinico, forense, nelle procedure di ammissione e nella ricerca ma, quello che a nostro avviso rende questo strumento così prezioso nella pratica clinica è che permette, tra le altre cose, di confermare e documentare una o più diagnosi ipotizzate sulla base dei criteri del DSM-5 garantendo anche che tutte le principali diagnosi del DSM-5 siano valutate in maniera sistematica.


Ti potrebbero interessare anche:

approfondire

I Test Psicodiagnostici: il "Blacky Pictures"

I Test Psicodiagnostici: il " Big Five Questionnaire"

I test Psicodiagnostici: il "16 PF-5"

I test Psicodiagnostici: il "15 FQ+"

I Test Psicodiagnostici: il "TAT - Test di Appercezione Tematica"

 


Se hai trovato interessante il nostro articolo ti invitiamo a condividerlo con i tuoi amici o a cliccare "mi piace" qui sotto.

Per noi è molto importante. Grazie.


 

 

Votazione Globale (0)

0 su 5 stelle

Posta commento come visitatore

Allegati

Location

Share:
Rate this article :
0
  • Nessun commento trovato

Ti potrebbero interessare anche:

Related Articles
Uno sguardo esperto

L'Anamnesi Psicologica

L'Anamnesi Psicologica è una parte del Colloquio Clinico e ha lo scopo di indagare una serie di aspetti che servono al clinico per avere un quadro il più possibile completo del paziente che ha di...